TERRA NOVA (S01)

recensione di chiara giontella

ideatore: Kelly Marcel e Craig Silverstein
regia: Jon Cassar (5 episodi), Alex Graves (2 episodi), Bryan Spicer (2 episodi), Nelson McCormick (2 episodi), Karen Gaviola (2 episodi)
interpreti: Jason O’Mara, Stephen Lang, Shelley Conn, Landon Liboiron, Naomi Scott, Alana Mansour, Allison Miller
produzione: USA 2011
durata prima stagione: 11 episodi da 45’

Terra nova è una di quelle serie tv assolutamente perdibile che guardi solo in momenti in cui sei orfana di altre opzioni di intrattenimento.
Nel 2149 il mondo sta morendo di inquinamento e sovrappopolazione, si può respirare bene solo grazie a dei rebreather e far nascere un bambino è illegale. L’unica speranza per l’umanità è vincere un viaggio per il passato remoto. Alcuni scienziati hanno infatti scoperto una frattura spazio-temporale che se attraversata conduce 85 milioni di anni nel passato, un passaggio definitivo che non permette ritorno.
La famiglia Shannon (Jim, sua moglie Elizabeth e i tre figli Josh, Maddy e Zoe) ha la fortuna, aiutata da un pizzico di illegalità, di arrivare a Terra Nova, la colonia che è stata creata aldilà della frattura. Il mio primo problema con la serie è stato proprio quello di prendere sul serio una terra promessa che ha lo stesso nome, se letto tutto attaccato, di una nota marca di abbigliamento.
A capo dell’insediamento c’è il comandante Nathaniel Taylor (uno Stephen Lang in una versione più buona rispetto a quella interpretata in Avatar), militare illuminato e primo arrivato nella Preistoria. Bizzarra idea quella di scegliere di rappresentare un’ideale di democrazia con l’esercito al comando. I nuovi coloni, selezionati con metodi apparentemente nazisti, all’arrivo ricevono una casa dall’apparenza costosa e stonata con l’ambiente, un lavoro, scuola gratis per i figli, sanità di ottimo livello. L’unica nota negativa è che si trovano nell’età dei dinosauri che spesso e volentieri sbranano soldati in missione e attaccano sistematicamente tutti quelli che escono dal perimetro recintato di Terra Nova.
Il produttore esecutivo Steven Spielberg insomma ha deciso che sarebbe stato carino capovolgere la trama di Jurassic Park: non sono più i dinosauri ad essere nel tempo sbagliato ma gli uomini. La cosa più fastidiosa dell’intera faccenda sono le chiacchiere retoriche sulla seconda possibilità ricevuta e tutte le occasioni di approfondimento che gli episodi forniscono dei concetti di “tamarro” e “soap opera”. Esemplificativo è il rapporto di lavoro/amicizia tra il capo famiglia Jim e il comandante Taylor fatto di cenni d’assenso a distanza, stima virile, intesa da pacche sui muscoli e racconti toccanti. Il tutto è inoltre condito da pruderie cattolica, molto poco sesso e amori platonici.
Uno tra i molti stereotipi americani presenti: il paradiso è minacciato da terroristi, ex coloni al soldo di affaristi del vecchio mondo, con le loro ragioni ma pur sempre terroristi. L’unica cosa positiva è che di tanto in tanto gli stucchevoli quadri familiari sono interrotti bruscamente da costosissimi dinosauri in CGI e scene d’azione conseguenti.
È dopo una serie tv come questa che mi manca ancor più Six feet Under, capolavoro insuperabile di serialità.

Altre serie tv (simili nei difetti) che se vi è piaciuta questa potreste apprezzare: FlashForward, Smallville, The Good Wife.

Annunci

  1. Concordo assolutamente! Ne parlerò nella mia classifica stagionale delle serie tv. E’ una serie senza ne capo nè coda, trama inesistente e interpretazioni pessime.

    • 🙂 sono curiosa di leggere la tua classifica!

      • Spero non sarai delusa. Ci saranno tutte le serie che ho visto in questa stagione, quelle che non saranno in classifica è solo e solamente perchè non le ho viste.
        Qualche anticipazione: ci saranno Terra Nova, Alcatraz, Ringer, Spartacus, Supernatural, Once Upon a Time e tante altre!

  2. Purtroppo tra quelle che mi hai anticipato sto vedendo solo “Once Upon a Time”, anche se “Spartacus” mi tenta da un po’. Al momento sto seguendo fedelmente solo “Game of Thrones” e poco altro, tutte le serie tv che ho amato di più sono finite, non è una bella sensazione 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: