WAR IS COMING

articolo di nicolò favaro

Ci siamo, mancano solo tre giorni e la seconda serie di GOT avrà inizio. Dal primo aprile, molte porte lasciate aperte nel finale di stagione ci sveleranno il loro interno mostrandoci un mondo più articolato e violento di quello che ci siamo lasciati alle spalle. Tanti personaggi, soprattutto femminili, e situazioni nuove. Una cometa rossa in cielo, presagi funesti e la Guerra dei Cinque Re che incombe.

Ma dove siamo arrivati? ecco una breve mappa riassuntiva:

  • Ned Stark ha perso la testa, fisicamente, e suo figlio Rob viene acclamato Re del nord e si prepara a dichiarare guerra ai Lannister
  • Jaime Lannister è stato rapito dall’esercito del nord
  • Tyrion Lannister viene nominato primo cavaliere e si appresta a recarsi ad Approdo del Re per controllare il giovane ed inesperto re Joffrey e soprattutto sua madre, nonché sorella dello stesso Tyrion, assetata di potere e vendetta.
  • Jon Snow ed i guardiani della notte si apprestano a esplorare i territori oltre la bariera in forze, conviti che un potere oscuro stia per risvegliarsi
  • Arya Stark viene salvata da un guardiano della notte e portata insieme al figlio bastardo di Robert Baratheon e ad altri reietti verso la barriera
  • Sansa rimane alla corte di Approdo del Re in qualità di ostaggio e ancora promessa sposa di Joffrey
  • Daenerys “partorisce” i draghi

Domenica scorsa è andato in onda negli States questo speciale per fare il punto della situazione

 

Uno speciale che lascia l’acquolina in bocca e non sfama i desiderosi di spoiler. Ben fatto come al solito ed è bello vedere gli attori spogliati dei loro ruoli ma ancora nella parte che parlano dei personaggi in prima persona, inoltre alcune scene della seconda stagione ci sono e per chi come me ha letto i libri è strabiliante la capacità di chi ha fatto il casting di ricollegare personaggi di carta a persone in carne ed ossa. Da quello che si vede probabilmente qualcosa dei libri è stato cambiato, ma d’altra parte sarebbe impossibile una trasposizione calligrafica del secondo libro A Clash of King (terzo e quarto in Italia: Il regno dei lupi e La regina dei draghi) de la saga de Le Cronache del ghiaccio e del fuoco, sia per complessità che per magniloquenza narrativa. Resta di fatto un impegno produttivo enorme e l’utilizzo di set reali anziché in studio sorprende ed esalta allo stesso tempo. In televisione si fa il cinema come lo si faceva una volta, e questo è buono. Quindi eccoci, pronti e preparati per affrontare un bagno di sangue e violenza, di paura e gioia, di potere e sottomissione. Anche se è impossibile, vi consiglio di non affezionarvi particolarmente a nessun personaggio, perché durante la Guerra dei Cinque Re se ne vedranno delle belle. Anzi, delle bruttissime.

Dal primo aprile Sky Italia ritrasmetterà l’intera prima stagione e dall’11 maggio la seconda serie con sole quattro puntate di ritardo rispetto alla messa in programmazione della HBO. Questo dimostra come l’attenzione verso questo splendido prodotto sia alta anche in Italia e di come sia sempre più difficile controllare un mercato coinvolgente come quello delle serie. Per chi non ha Sky c’è sempre l’altro modo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: