Fast Animals and Slow Kids

intervista di nicolò favaro

I Fast Animals and Slow Kids spaccano. Ci sarebbe poco da aggiungere se non che questa band di giovani sbarbatelli umbri è davvero davvero sorprendente. Un misto di punk rock post grunge autoriale che prima ti spettina, poi ti vomita addosso e infine ti fa una carezza. Però prova anche a toccarti il culo. I testi sorprendono per freschezza ed ironia, e l’impatto live è devastante, coinvolgente e terapeutico. Una botta d’energia e vitalità della quale il panorama nazionale ha bisogno e che serve a pulire le orecchie dalle petulanti canzoncine fintoautoriali che vanno per la maggiore in questo momento. Ma non mi dilungo oltre, la parola ai perfidi FASK!

I FASK sono prodotti da ICEFOREVERYONE.

come mai questo nome?

Prima ci vergognavamo di dirlo ma ormai abbiamo capito che la verità è rivoluzionaria: Fast animals and slow kids deriva da un reality show presente in una puntata dei famosissimi Griffin.
Ai tempi, quando fondammo i fask, tale puntata ci fece parecchio ridere. Forse ci fa ridere anche adesso, ora che ci rifletto.

come vi siete conosciuti?

Suonando.
Avevamo tutti quanti altre band e a turni di 2 in 2 suonavamo insieme: Aimone + Orsetto; Orsetto + Bit, Aimone + Jac.
Alla fine, nel modo più fisiologico e tranquillo possibile, abbiamo impastato il tutto ed ecco i Fask.

come è nato il vostro primo lavoro?

Stress Musicale.
Le prime canzoni, in inglese, furono prodotte perché volevamo, almeno per una volta, fare qualcosa che ci convincesse al 100% e che rispecchiasse veramente le nostre origini musicali.
Puntavamo ad essere soddisfatti.
Già pochi mesi dopo capimmo che questo è l’unico vero segreto nell’ambito musicale.
Anche adesso cerchiamo di ricordarcelo ad ogni prova.

che ci dite dei vostri testi?

I nostri testi sono quello che preferisci.
Hai presente la pubblicità della Barilla? È uguale.
Con i nostri testi ti puoi sentire a casa tua: se vuoi dargli un significato superficiale, ben fatto; se vuoi invece cercare di approfondire il concetto e magari capire che dietro a un “cioccolatino” o a un “organo” c’è qualcosa di più: bhe, semplicemente grazie.

dove possiamo sentirvi?

Live abbiamo parecchie date da qui fino ad Aprile.
Continueremo anche per l’estivo quindi ci saranno molteplici occasioni. Per tutte le info basta guardare su Facebook o Myspace o sul sito di Locusta Booking.

Per il web: alcuni pezzi sono in streaming sempre sui social networks sopra elencati ma mi hanno detto che se vai su youtube trovi tutto il disco….però non ditelo in giro che sennò non guadagniamo più i milioni di euro che abbiamo fatto fin’ora. C’è chiaramente anche su Itunes e tutti i supporti digitali, per chi volesse il disco sul proprio Ipod.

che progetti avete per il futuro?

Date, date, date e poi secondo disco.
Da fine Marzo abbiamo l’intenzione di chiuderci in pre-produzione per un bel po’ di tempo. Il prossimo disco richiederà tanti sforzi considerando che l’arrangiamento è particolarmente articolato.

un’ultima cosa: che film ci consigliate?

Un capolavoro del trash: Bad Taste di Peter Jackson.
Incredibile.

Qui sotto il video di Gusto. Buona visione!

Annunci

Un Commento

  1. Pingback: TRAFFIC LIGHTS ORCHESTRA « semprelastessastoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: