(500) giorni insieme

di Marc Webb

recensione di marta freddio

Casualità e destino sono la stessa cosa? Se la tua ragazza alla fine si sposa con un altro era destino o era una stronza? È vero c’è anche la terza opzione: non ti ama (più).
500 giorni insieme inizia infatti dicendo che non è una storia d’amore ma secondo me è una bugia, perché per Tom è amore.
E quella voce narrante che diritto ha di dire che non lo è? Anche volendo assecondarla non saprei comunque come altro definire l’ostinato e un po’ sfigato sentimento di Tom.
Lui quella ragazzetta acqua e sapone la ama. Semplice. E non esistono i perché dell’amore. Come si fa a dire i motivi veri, precisi e puntuali del perché uno si innamora di una persona piuttosto che di un’altra?
E allora la ragazzetta verso la fine, con l’aria stucchevolmente felice di chi sembra aver compreso la vera essenza dell’essere innamorati di qualcuno, si chiede se l’amore non sia il miracoloso frutto di una pura e disordinata casualità, che un bel giorno fa si ché un insieme di variabili e circostanze del tutto scollegate convergano insieme in un unico punto del nostro cervello per farci provare quella cosa lì: l’innamoramento.
Eppure quel giorno piuttosto che incontrare l’amore della sua vita alla ragazzetta sarebbe potuto succedere qualsiasi altra cosa, magari se non fosse entrata in quel bar a bere il tè lo avrebbe mancato per sempre oppure solo di una settimana.
Ma il punto nodale della questione non è come ci si incontra e la magia che ne consegue, il punto è piuttosto il come si vive l’incontro e la persona che si incontra.
Perché per Tom è così chiaro che quella ragazzetta sia la donna della sua vita mentre per lei lui non è che un piacevole passatempo o poco più?
Hanno condiviso le stesse cose, non è che lui sia andato all’ikea e lei all’esselunga. Erano insieme quando i giorni si susseguivano, quei cinquecento giorni pieni di qualcosa che per lei non ha significato più di una vacanza estiva al mare.
Ma perché queste interpretazioni così diverse e distanti fra loro da far credere all’uno che la storia che sta vivendo sia l’amore della vita, e allo stesso tempo da far credere all’altra che non lo sia nemmeno un po’?
E’ una maledizione questo sentire in modi tanto diversi, perché poi quando la distanza si mostra in tutta la sua evidenza è terribilmente doloroso prendere atto che ci siamo fatti solo un film in testa. Questo concetto anche un cantautore dalle facili verità come Dente è arrivato a capirlo: “A me piace lei e lei piace a me e vorrei che mi vedesse, che la pensasse esattamente come me”. Appunto: è che quando si è innamorati si vorrebbe che l’altra persona davanti a un tramonto, a un film o a una cena al ristorante cinese sentisse le stesse identiche cose che sentiamo noi.
Niente di più matematicamente impossibile.
E non importa che Tom alla fine sembri sincero nell’augurare a Sole (già il nome fa pensare a una ragazzetta stronza) una vita felice con la sua anima gemella, io le auguro di venir presa sotto da un’automobile guidata da uno che ascolta Laura Pausini perché questa ragazzetta acqua e sapone ha fatto consapevolmente e criminosamente perdere tempo ai sentimenti di Tom.
Il finale poi andrebbe rigirato di sana pianta. Un finale felice dopo un boccone amaro è come ingoiare un antibiotico in mezzo alla gelatina: una presa in giro da bambini. Una cosa a cui non crede più nessuno.
500 days of summer (titolo originale) diretto da Marc Webb è un film da vedere se come me vivete nell’eterna adolescenza degli amori finiti male e se insieme ai film amate anche le belle colonne sonore.

Annunci

  1. Ma no dai… è un bel finale: alla fine lei non era niente di che, lui se ne rende conto solo in quel momento del tempo che ha perso e del fatto che, sembrerà banale ma quando ti lasci tendi a dimenticare, esistono tantissime altre ragazze, magari più intelligenti, carine e anche simpatiche! Tutti qui. Spesso poi le stronzette vanno dietro a chi le tratta peggio, si sa… meglio girare alla larga e felicitarsi di non averne persi mille di giorni!

  2. Però, nonostante si cerchi di mascherarla come “particolarità di Sole”, si intuisce dalla sua casa, dove non fa entrare nessuno, che in realtà anche in lei stessa “non fa entrare davvero nessuno”… Questo tipo di persone si adatta per un certo tempo a un partner che non gli piace particolarmente, finché si sta bene, e poi? E poi tanti saluti! Più che particolarità a me è parsa anaffettività, stralunatezza, incapacità di mettersi in gioco… quasi da subito. Il problema reale è per chi ci casca dall’altra parte… chi scambia tutto ciò per qualcosa per cui innamorarsi… perché sono persone difficili da decifrare… Possiamo chiamarla esclusività a tempo determinato!

  3. joria

    anaffettiva quanto vuoi ma dopo di Tom sembra felice e contenta del suo matrimonio. quindi con lui è stata una stronza!

    • E’ stata una stronza, sì, perché è stata una persona chiusa, ermetica, perché non ha mai messo in chiaro quanto poco avesse messo in gioco di lei nella storia con Tom, ovvero il minimo sindacale… E per questo è stata davvero stronza perché lui invece ci ha investito tantissimo e avrebbe dovuto chiarirla questa differenza invece di farsi la misteriosa e la particolare quando semplicemente è chiusa e un bel po’ paracula…
      Alla fine è legittimo che sia felice con una persona no(con Tom) e un’altra persona sì(nel suo matrimonio), però bisogna mettere le cose in chiaro…
      Alla fine non tutti si possono piacere in egual misura: non puoi forzare più di tanto le leggi dell’attrazione. Secondo me il problema è di comunicazione, non il fatto che lei è felice dopo di Tom.
      Un saluto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: