dolce dell’attesa

non so perché ma mi capita di fare questo dolce sempre mentre sto aspettando qualcosa o qualcuno. sarà che è un dolce fisico, nel senso che ci vuole olio di gomito e pazienza nel prepararlo, o che poi il risultato è sempre buono e bello, fatto sta che questa non è nè una crostata nè un pan di spagna, ma ha i pregi di entrambi.

ingredienti per una teglia da 20 cm di diametro:

  • 120 grammi di burro
  • 120 grammi di zucchero
  • 120 grammi di farina
  • 2 uova
  • marmellata

preparazione: tenete il burro una decina di minuti fuori dal frigorifero per farlo ammorbidire, poi metteteci lo zucchero e mescolate con frusta e cucchiaio. è dura, lo so, ma pensate a qualcuno che vi sta altamente sui coglioni e picchiate giù duro. quando non riuscite più a distinguere lo zucchero dal burro e vi sembra tutto amalgamato aggiungete un uovo per volta e continuate a girare energicamente. non preoccupatevi se in questa fase rimangono dei grumetti, si aggiusterà tutto. ora è arrivato il momento della farina, aggiungetene un po’ per volta setacciandola. forza, abbiamo quasi finito. ora  i grumetti dovrebbero essere scomparsi, se non lo sono, continuate a mescolare fino a quando l’impasto non è bello liscio ed omogeneo. è denso e se ci immergete la frusta e l’alzate dovrebbe colare molto lentamente. lasciate l’impasto nella terrina ed imburrate ed infarinate la teglia. bene, ora adagiate l’impasto nella teglia e spandetelo su tutta la superficie (io utilizzo un mestolo di legno con la punta piatta). quando l’impasto copre uniformemente tutta la superficie prendete due cucchiaini e la marmellata. con uno prendete un pò di marmellata e con l’altro vi aiutate a metterla sopra l’impasto in piccole dosi. deve esserci spazio tra un cumuletto di marmellata e l’altro, la torta non va coperta tutta ma deve sembrare una sorta di coperta a pois. ora accendete il forno a 180 gradi sopra e sotto ed infornate per quaranta minuti. è spettacolare, non so per quale fenomeno fisico la torta si mangia la marmellata e cade all’interno. passati i 40 minuti dategli altri dieci minuti di cottura solo sotto e sfornate. non fate i bambini e aspettate che si raffreddi.

buon appetito bella gente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: