Fajitas

le fajitas spaccano, che si sappia. se volete fare bella figura con il vostro palato e  quello dei vostri amici preparatevele una volta al mese, non di più, che poi non è la stessa cosa. consideratele come i tortellini della nonna o il piatto da cinquanta euro che guardate nel menù di un ristorante con l’acquolina in bocca e il portafoglio sgonfio. non sono veloci da preparare e nemmeno troppo semplici, ma vi giuro che ne rimarrete assuefatti.

ingredienti per due persone:

  • carne mista (manzo/pollo, manzo/maiale, maiale/pollo) 1 etto e 1 etto
  • birra
  • 1/2 cipolla
  • 1 peperone rosso e 1 giallo
  • 1 limone
  • spezie per fajitas (cannamela o uncle ben’s)
  • fagioli neri (uncle ben’s o secchi)
  • pomodori
  • formaggio morbido
  • burro
  • tortillas
  • pazienza

preparazione: non so come siete abituati voi ma a me piace prendere dei pezzi di carne intera, se prendete delle fettine già tagliate non c’è problema, la sostanza è che dovete ridurre la carne in striscioline, non troppo spesse e abbastanza lunghe (quattro o cinque centimetri).  ora mettetele in una terrina e ricopritele di birra, un limone spremuto e le spezie per fajitas cannamela (se lo trovate basta il coriandolo fresco sminuzzato, se lo trovate ditemi dove lo avete preso), coprite la terrina con della pellicola trasparente e dimenticatevele in frigo per sei/dodici ore. nel frattempo potete guardare la quarta serie di weeds o supernacho, tanto per entrare nel clima. ok, un’oretta prima di cenare iniziate a tagliare la cipolla (finemente) e i peperoni (a striscioline). riempite di olio il fondo di una padella abbastanza capiente  e metteteci cipolla e peperoni. cuocete il tutto a fuoco basso e con il coperchio. di solito io ci butto un bicchiere d’acqua a metà cottura, che sennò mi si bruciano. quando i peperoni sono morbidi e quasi cotti, aggiungete la carne che avrete preventivamente scolato dalla birra. cuocete il tutto per il tempo necessario e aggiustate di sale e di spezie a seconda del vostro gusto. le fajitas ora sono pronte e aspettano solo di essere mangiate.

salse di accompagnamento:

  1. purè di fagioli: se usate il barattolo non c’è bisogno di ammollo e sono comunque buoni. se usate i fagioli secchi vi sentirete più cuochi e questo non guasta. il purè è semplicissimo. preparate un trito di cipolla e aglio, se usate il barattolo uniteli ai fagioli con un po’ di burro e cuoceteli fino a che non iniziano a spappolarsi. se usate quelli secchi, mettete il trito di cipolla e aglio dopo un’ora che bollono. in entrambi i casi una volta che il tutto è cotto buttatelo in un frullatore con un terzo di latte rispetto al volume dei fagioli e una presa di sale, poi frullate.
  2. salsa di pomodori: tagliate i pomodori a cubetti e metteteli in una terrina insieme a mezza cipolla tritata e un peperoncino privato dei semi (o con i semi se siete masochisti), mescolate bene e mettete in frigo coperto per un’oretta.
  3. prendete del formaggio morbido e grattugiatelo in una terrina.

composizione del piatto: scaldate le tortillas uncle ben’s e una volta calde mettetevele nel piatto e spalmateci sopra il purè di fagioli e i pomodori, poi metteteci la carne e il formaggio e arrotolate il tutto cercando di controllare il quantitativo di acquolina prima di aprire la bocca per mordere.

buon appetito bella gente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: